Edizione 2016
domenica 20 novembre 2016
A Magnini-Loss e Felicetti-Ploner l'ASR Junior

Enrico Loss e Davide Magnini
Enrico Loss e Davide Magnini

La nuova stagione dello sci alpinismo under 20 parte con tanto entusiasmo, ma con gli identici protagonisti dell’ultima stagione. I verdetti emersi dal tradizionale prologo sul ghiacciaio Presena, al termine del quarto Adamello Ski Raid Junior, valido anche per l’assegnazione del 23° Memorial Fabio Stedile e prova d’apertura de “La Grande Course de Jeunes”, hanno confermato i valori di questa primavera, in particolar modo nella categoria junior. A trionfare nella gara a coppie in campo maschile è infatti stato il team composto dall’atleta di Vermiglio Davide Magnini assieme al primierotto Enrico Loss, quindi dalla trentina Giorgia Felicetti in coppia con l’altoatesina Melanie Ploner, entrambe le squadre capaci nella seconda parte di gara di prevalere sugli avversari. Fra i cadetti affermazione per i due vicentini Matteo Sostizzo e Mattia Tanara, mentre fra le pari età le più veloci sono risultate le due valtellinesi Anna Folini e Samantha Bertolina.
Oltre un centinaio di giovani skialper provenienti da tutta Italia si sono dunque ritrovati sull’innevato tracciato proposto sull’alveo del ghiacciaio Presena dagli organizzatori dell’Adamello Ski Team. Un anello di circa 6 km e 750 metri di dislivello con partenza e arrivo ai 2585 metri di Capanna Presena, con 6 cambi di assetto, un tratto con gli sci nello zaino e un paio di discese particolarmente tecniche.
La prima sfida ad accendersi è stata quella più attesa della junior maschile, dove i due valtellinesi vincitori dell’edizione 2015 Nicolò Canclini e Andrea Prandi dovevano ben guardarsi dalla coppia trentina formata da Davide Magnini ed Enrico Loss. Il quartetto ha fatto gara assieme al primo passaggio dei due giri previsti, con Magnini e Loss che hanno provato più volte a forzare il ritmo per staccare gli avversari, riuscendoci a metà della seconda tornata, complice anche un inconveniente tecnico con le pelli degli avversari. Ne hanno approfittato subito Magnini e Loss, che hanno dato il tutto per tutto, incrementando così il vantaggio e chiudendo la loro prova con il tempo di 48’56” e staccando di 20 secondi i due valtellinesi, mentre più attardati, a 3’27” hanno concluso i due fratelli valdostani al primo anno da under 20 Sebastien e Fabien Guichardaz. Quindi i due alfieri dell’Alta Valtellina Patrick Bertolina e Stefano Confortola a 4’26”, seguiti da Daniele Corazza e David Gusmeroli a 5’45”.
Combattuta nelle prime fasi la junior femminile, disputata su un unico giro, da metà gara in poi ha visto l’allungo delle due favorite Giorgia Felicetti (fassana) e Melanie Ploner (badiota), presente dopo una settimana di influenza, che hanno tagliato il traguardo a braccia alzate con il tempo di 31’36”. Piazza d’onore per le due friulane Elisa Presa e Mara Martini a 2’34”, quindi sul terzo gradino del podio le portacolori dello Sci club Sondalo Desiree Franzini e Marta Biffi, a 2’49”.
Nella categoria cadetti il successo di giornata è stato ottenuto dai vicentini dello sci club Schio Matteo Sostizzo e Mattia Tanara con il tempo di 28’00”, anche se avevano tagliato il traguardo per primi i due lombardi Mirko Sanelli dello sci club Premana ed Alessandro Gadola dello sci club Valtartano, che però si sono visti assegnare due minuti di penalità dai giudici di gara per non aver utilizzato il materiale richiesto dal regolamento, scendendo così in seconda posizione, con 13 secondi di ritardo ufficiale. In gara avevano dimostrato di avere un qualcosa in più degli avversari veneti, dopo aver combattuto fianco a fianco nella prima impegnativa salita. Sul terzo gradino del podio i due valtellinesi del Sondalo Simone Zubiani e Davide Lucchini.
Infine fra le cadette successo annunciato per l’azzurrina Samantha Bertolina dell’Alta Valtellina in coppia con Anna Folini della Polisportiva Albosaggia. Hanno chiuso la loro prova con la prestazione di 37’37”, piazza d’onore per Erica Cola e Giulia Giudici, bronzo per Silvia Berra ed Erica Bulanti.
Prima gara stagionale col sorriso dunque nel comprensorio Pontedilegno Tonale, con il piacevole segnale di tanti cadetti al via a rappresentare un futuro interessante per la disciplina dello sci alpinismo. Comprensorio che il 2 aprile 2017 tornerà protagonista con l’atteso Adamello Ski Raid internazionale, valido per il circuito “La Grande Course”.

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

LE CLASSIFICHE

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.

Cerca

Inserire almeno 4 caratteri